Acari della polvere: 9 consigli per contrastare l'allergia

Sono invisibili, si nascondono ovunque e ci fanno starnutire: per i soggetti allergici, gli acari della polvere sono un vero problema. E ciò che li rende ancora più fastidiosi è che non ci lasciano mai soli: che sia estate o inverno, gli acari della polvere ci fanno sempre compagnia nelle nostre case.

 

Acari della polvere: cosa sono e dove si nascondono

 

Gli acari della polvere sono microorganismi appartenenti alla classe degli aracnidi, di dimensioni talmente piccole da essere invisibili all’occhio umano. Non avendo bisogno di condizioni particolari per sopravvivere, sono presenti praticamente ovunque. Tuttavia, fra tutti i luoghi di cui possono disporre, quelli perfetti per la loro proliferazione sono proprio le nostre case.

Gli acari infatti amano gli ambienti con temperature più alte di 25°C e umidità superiore al 60%, condizioni comuni nelle nostre abitazioni domestiche, soprattutto nelle stagioni fredde quando accendiamo gli impianti di riscaldamento e, di conseguenza, le temperature si innalzano.

Per non parlare dei luoghi caldi e umidi con cui entriamo in contatto ogni giorno: il bagno umido quando ci facciamo la doccia, la cucina durante la preparazione dei pasti, la biancheria da letto, la tappezzeria, i tendaggi e qualsiasi altro oggetto facilmente impolverabile.

Inoltre, gli acari si nutrono di tutti gli scarti organici che riescono a trovare, come forfora, squame della pelle, peli e unghie: tutte sostanze di cui le nostre case sono piene.

 

Allergia agli acari della polvere: cause e sintomi

 

Le allergie in generale si verificano quando il sistema immunitario produce anticorpi per contrastare un agente esterno che, pur non essendo dannoso, viene comunque riconosciuto come tale dal nostro sistema.

Gli acari della polvere, dunque, sono di per sé completamente innocui. Tuttavia, nei soggetti allergici, provocano la reazione del sistema immunitario che a sua volta produce una risposta infiammatoria a carico delle vie respiratorie.

I sintomi più comuni dell’allergia agli acari della polvere sono starnuti, ostruzione nasale, irritazione e lacrimazione degli occhi ma, in molto altri casi, persino segni di asma come respiro sibilante e difficoltà respiratorie.

 

 

Come prevenire l’allergia: 9 consigli per combattere gli acari della polvere

 

Come per tutte le allergie, la migliore strategia per contrastarne i fastidiosi sintomi è la prevenzione. Di seguito, ti forniamo tutti i nostri consigli che puoi mettere in pratica fin da subito per prevenire l’allergia scatenata dagli acari della polvere.

 

  1. Assicurati che in casa tua la temperatura sia al di sotto dei 22°C e l’umidità inferiore al 50%.
  2. Apri le finestre per brevi periodi di tempo durante la giornata per areare gli ambienti chiusi.
  3. Arieggia le stanze durante le attività domestiche che producono umidità, come la doccia, l’utilizzo della cucina, l’asciugatura del bucato.
  4. Come biancheria da letto, opta per fodere antiallergiche e per materassi e cuscini realizzati con derivati sintetici della gomma.
  5. Sostituisci le coperte di lana con coperte sintetiche e lavale a temperatura superiore ai 60°C.
  6. Rimuovi quotidianamente la polvere da pavimenti e mobili con un panno umido per non sollevare le particelle oppure con un aspirapolvere, meglio se dotato di filtro HEPA (High Efficiency Particulate Air).
  7. Elimina o riduci gli oggetti che costituiscono un ambiente ideale per la proliferazione degli acari della polvere, come moquette, tappeti e tendaggi di lana.
  8. Se hai in casa molti peluche, ogni 2 settimane mettili in freezer per 24 ore e poi lavali a una temperatura superiore ai 60°C.
  9. Installa un sanificatore d’aria. I sanificatori d’aria iJen sono in grado di debellare gli agenti inquinanti, tra cui i famigerati acari della polvere, restituendo agli ambienti interni un’aria sicura e purificata.

 

Hai trovato utili i nostri consigli? Condividi l’articolo e aiutaci a contrastare l’allergia agli acari della polvere.